post-title Ossi di morto. Ma il nome non gli rende giustizia.

Ossi di morto. Ma il nome non gli rende giustizia.

Ossi di morto. Ma il nome non gli rende giustizia.
ossi di morto

Io li preferisco chiamare ossi di Leonardo. Un po’ perché ossi di morto mi sa troppo di Famiglia Adams, e un po’ perché il nome non rende giustizia al sapore “vivo” delle mandorle tostate.
Gli ossi di Leonardo, che ripropone una delle tipicità più antiche della Toscana, sono biscotti secchi a base di chiare d’uovo e mandorle.
Non contengono glutine e nè derivati del latte, sono ideali dunque per vegetariani e intolleranti al lattosio, peccato non curino l’osteoporosi. 🙂
Abbinamento perfetto: per restare in tema consigliamo Sangue di Giuda dell’Oltrepò pavese.

Valentina